image

Dott.ssa Francesca Piatti

Mediatore familiare iscritto all’A.I.Me.F

Fate parte di una coppia o conoscete una coppia in conflitto, che si sta separando o che sta divorziando? Siete alla ricerca di un accordo per questioni familiari ed economiche che tuteli entrambi? Nell’interesse anche dei figli se ce ne sono? Il servizio di mediazione familiare (o famigliare, come scrive qualcuno) del Centro diretto dalla Dott.ssa Francesca Piatti è la soluzione che fa per voi.


Per maggiori informazioni e appuntamenti:
Email info@francescapiatti.it
Tel/WhatsApp 340 4010610

Cos'è la mediazione familiare?


“La mediazione familiare è un percorso breve finalizzato ad accompagnare una coppia da un conflitto iniziale a un accordo condiviso e soddisfacente per tutti.”


Il mio ruolo è quello di aiutare la coppia a ritrovare una COMUNICAZIONE funzionale che valorizzi la comprensione dei bisogni reciproci, che sia utile per rispettare tali accordi e trovarne di ulteriori, a seconda dell’evoluzione dei suoi bisogni.

Coppie con o senza figli, sposate e non, in separazione di fatto, legale o che stanno divorziando: in caso di conflitto, tutti possono beneficiare di una mediazione familiare.Il conflitto è un fenomeno comune a tutti i rapporti ed è nella gestione positiva di questo che crea il cambiamento. Così, si eliminano alla radice le controversie che alimentano le incomprensioni e si evita di portare la situazione all’esasperazione.

Scopo del processo è far sì che la coppia ritrovi una comunicazione funzionale che valorizzi la comprensione dei bisogni reciproci, che sia utile a trovare e rispettare gli accordi.

E nel caso ci siano figli, l’obiettivo centrale della mediazione familiare è il raggiungimento della bigenitorialità, per tutelare i minori.


“Se messe nelle condizioni di poter cooperare, due persone possono essere ottimi genitori seppur non sono più una coppia.” La mediazione familiare è, inoltre, utile in tutte le situazioni in cui i parenti siano in conflitto tra loro, ad esempio per questioni ereditarie.

Iscriviti alla Newsletter per rimanere informato sulla mediazione familiare

Acconsenti il trattamento dei dati secondo l'informativa UE 2016/679

Chi è il mediatore familiare?


“Compito del mediatore è essere ponte tra le parti.”


Il mediatore familiare è un professionista formato con competenze giuridiche, psicologiche e abilità di negoziazione. Professionalità, competenze e abilità sviluppate attraverso corsi di formazione, tirocini, supervisioni, certificate dal superamento di un esame finale e riconosciute dall’Associazione Italiana Mediatori Familiari.

Contattami

Per portare avanti la sua attività il mediatore familiare:

  • ascolta attivamente e si immedesima in entrambi le parti in conflitto;
  • mantiene una posizione imparziale, neutrale, equidistante ed equivicina a entrambi;
  • gestisce conflitti e facilita la comunicazione;
  • non esprime mai giudizi;
  • si focalizza sul presente e sul futuro della famiglia e dei singoli membri;
  • stimola le parti, indicando la strada di una buona collaborazione;

Un mediatore familiare fa tutto questo e molto di più e, soprattutto, non prende mai decisioni per i suoi assistiti, stimolando loro a trovare insieme il loro accordo. E per fare questo è necessario che l’altro non sia più visto come un nemico da combattere ma come un interlocutore necessario.


Post Image
Quarantena e Corona Virus, consigli pratici per la famiglia.
20 Marzo 2020

La convivenza obbligata ovviamente non piace a nessuno, ma purtroppo in questa fase, che speriamo si risolva al meglio e al più presto, è necessaria. Cercate in

Leggi l'articolo
Post Image
Art 330 cc | Responsabilita' genitoriale sui figli
14 Febbraio 2020

Art 330 cc | La responsabilità genitoriale rappresenta l’insieme di regole che...

Leggi l'articolo
Post Image
Rapporto di coppia in crisi? Ecco 5 consigli..
15 Gennaio 2020

Rapporto di coppia in crisi? Ecco 5 consigli per migliorarlo o salvarlo...

Leggi l'articolo

Come funziona il percorso di mediazione familiare?


“Una serie di incontri per cambiare il destino e la comunicazione di una coppia.”


Tutto inizia, solitamente, con un primo contatto telefonico o via email. Da questo primo contatto è possibile fissare un incontro conoscitivo, in cui vi è spiegato nel dettaglio lo svolgimento del percorso. Una serie di opuscoli informativi permette di fissare i concetti chiave e possono essere rilasciati all’altra parte, nel caso in cui sia presente solo uno dei due.

“La mediazione familiare può iniziare solo quando entrambi sono concordi sull’iniziare il percorso.”

CIl primo incontro ha lo scopo di conoscersi meglio e lasciarvi liberi di esprimere le ragioni del conflitto. L’incontro successivo è dedicato alla restituzione, che evidenzia quali sono gli argomenti prioritari da trattare per ognuno. Da qui inizia la mediazione vera e propria, una serie di incontri a tre in cui affronteremo le diverse argomentazioni al fine di trovare accordi soddisfacenti per entrambi e per eventuali figli. Complessivamente, il percorso di mediazione tende a completarsi in 10/12 sedute.